La colomba di Suor Amanda

La storia di Suor Amanda.

Oggi vi parliamo di Suor Amanda, una nostra collaboratrice che si trova in Kosovo e gestisce una scuola che è diventata un punto di riferimento per l’aiuto e l’assistenza ai bambini con disabilità mentali e cardiopatici. A Ottobre verso il Kosovo è partita una missione gestita dalla Regione Toscana e dall’Ospedale del Cuore di Massa in cui ha partecipato la dottoressa Nadia Assanta. La nostra cardiologa durante la missione ha incontrato la nostra cara amica Suor Amanda, che le ha dato per noi dei bellissimi regali.
Abbiamo conosciuto Suor Amanda diversi anni e grazie a lei è potuto venire in Italia il piccolo Ajer, un bambino cardiopatico del Kosovo, e qui è stata curata la sua patologia ed adesso è in ottima salute. Ci ha inoltre aiutato molto in tutto il percorso assistenziale per il bambino e per la sua famiglia traducendo per noi le informazioni essenziali da dire alla madre, ma soprattutto ci ha sempre trasmesso la sua forza e la sua immensa vitalità.
Tra i doni che Suor Amanda ci ha dato c’è una commuovente lettera di cui riportiamo un piccolo estratto:
<<Voi della vostra Associazione “Un Cuore Un Mondo”, fate tanti miracoli per i bambini e per i genitori dei bambini che a volte sono senza speranza e delusi nella vita.>>
Il tutto accompagnato da una colomba che vola sopra dei verdi alberi che rappresentano la tristezza e il dolore del mondo. Ti ringraziamo Suor Amanda per essere quella colomba che porta speranza e solidarietà, ti ringraziamo per il tuo impegno in difesa dei più deboli, ti ringraziamo per portare gioia dove regna la tristezza.